Esplorando la Riserva naturale Gole del Raganello

Un’Avventura nella natura selvaggia della Calabria

Riserva naturale Gole del RaganelloLe Gole del Raganello: Un’Introduzione alla Riserva Naturale

Le Gole del Raganello, un paesaggio incantevole e maestoso che si estende per circa 17 km, rappresentano uno dei tesori naturali più preziosi della Calabria. Situata nei comuni di San Lorenzo Bellizzi, Civita e Cerchiara di Calabria, in provincia di Cosenza, questa area naturale protetta è stata istituita nel 1987 all’interno del Parco nazionale del Pollino. Con una vasta superficie di 1600 ettari, la riserva offre un ambiente straordinario per gli amanti della natura e gli appassionati di escursionismo.

Esplorando le Gole Alte del Raganello

Le Gole Alte del Raganello, conosciute anche come Gole di Barile, si estendono dalla suggestiva Sorgente della Lamia fino alla rinomata Scala di Barile, nei pressi di San Lorenzo Bellizzi. Lungo un percorso di circa 9 km, queste gole offrono un paesaggio mozzafiato caratterizzato da imponenti pareti rocciose che si ergono per centinaia di metri sopra il torrente Raganello. La Timpa di Porace-Cassano e la Timpa di San Lorenzo, alte fino a 1652 metri, dominano il panorama circostante, creando scenari di rara bellezza. Gli escursionisti avventurosi possono attraversare questo canyon unico nel suo genere, ammirando formazioni rocciose spettacolari come il Grande Diedro, il Masso delle Rudiste e l’Anfiteatro del Diavolo.

Esplorando le Gole Basse del Raganello

Le Gole Basse del Raganello, che si dipartono dalla zona di Pietraponte fino alla suggestiva area del Ponte del Diavolo vicino a Civita, offrono un’altra affascinante prospettiva delle meraviglie naturali di questa riserva. Lungo un percorso di circa 8 km, i visitatori possono ammirare la bellezza selvaggia del paesaggio, con punti d’interesse come la Forra d’Ilice, la Conca degli Oleandri e la Frana Ciclopica. Tuttavia, questo percorso è più impegnativo rispetto alle Gole Alte, con terreni più accidentati e una maggiore quantità d’acqua nel bacino.

Consigli per gli Escursionisti
Prima di intraprendere qualsiasi escursione lungo le Gole del Raganello, è fondamentale essere adeguatamente preparati e equipaggiati. Si consiglia vivamente di essere accompagnati da una guida esperta, in quanto il terreno può essere impegnativo e alcune aree possono presentare pericoli. È importante indossare abbigliamento e calzature adatti, portare con sé acqua e cibo a sufficienza e rispettare le norme di sicurezza.

La Bellezza Naturale delle Gole del Raganello

Oltre alle emozionanti avventure escursionistiche, le Gole del Raganello offrono anche un ricco patrimonio naturalistico. La flora e la fauna di questa regione sono sorprendenti nella loro diversità e bellezza. Tra le imponenti pareti rocciose e le limpide acque del torrente Raganello, è possibile avvistare una varietà di specie animali, tra cui la volpe, la faina, l’aquila reale e molti altri. La flora locale è altrettanto affascinante, con la presenza di pini loricati, faggi e abeti bianchi che punteggiano il paesaggio.

Conclusione
Le Gole del Raganello rappresentano un vero gioiello della natura calabrese, un luogo dove l’avventura e la bellezza si fondono in un’esperienza indimenticabile. Che tu sia un appassionato escursionista o semplicemente un amante della natura, questo angolo di paradiso ti lascerà senza fiato con la sua maestosità e la sua bellezza selvaggia.

Guarda anche: Trekking Pollino

Fotografie delle Gole del Raganello

Visto da: 200